PARTECIPATISSIMA MANIFESTAZIONE PRO VACCINI E PER LA SCIENZA

PER I VACCINI, IL RISPETTO DI TUTTI E LA PREVENZIONE. QUESTO L’APPELLO DI SBROLLINI E CANDIDATI A TUTTI I VENETI

PARTECIPATISSIMA MANIFESTAZIONE PRO VACCINI E PER LA SCIENZA QUESTA MATTINA ONLINE SULLA PAGINA DELLA CANDIDATA ALLA REGIONE DANIELA SBROLLINI.
PER I VACCINI, IL RISPETTO DI TUTTI E LA PREVENZIONE. QUESTO L’APPELLO DI SBROLLINI E CANDIDATI A TUTTI I VENETI

La nostra è una battaglia di civiltà responsabilità di salute pubblica.
Una battaglia che parte dal nostro programma elettorale che prevede vaccini gratuiti e di massa contro l’influenza ma anche vaccino anticovid obbligatorio per tutti appena sarà disponibile. Senza se e senza ma.
Sono le parole di Daniela Sbrollini candidata alla regione per Italia Viva Civica per il Veneto. Psi e Pri in apertura della manifestazione regionale pro vaccini lanciata online nella sua pagina fb. https://www.facebook.com/danielasbrollini. Una manifestazione organizzata proprio oggi per differenziarsi e dichiarare la propria contrarietà sia al movimento no mask protagonista ieri a Roma e sia a quello contro i vaccini oggi a Padova.
Un’occasione per ribadire la propria fiducia nella scienza e per andare contro tutte quelle che possono essere la fake news sul virus e sulla pandemia.
“Alla Regione – ha spiegato la Sbrollini – abbiamo chiesto di provvedere a dosi necessarie per vaccinare per l’influenza in massa. Certo la vaccinazione antinfluenzale non protegge dal virus ma aiuta a fare diagnosi precoce e ad attivare terapie corrette soprattutto per le persone fragili come gli anziani. Dall’altra parte invece siamo per il vaccino anticovid obbligatorio, appena sarà disponibile e testato sull’uomo. L’unico strumento che abbiamo per arginare il fenomeno è la prevenzione. E’ nostro dovere morale e il nostro impegno politico quello di contrastare chi nega la scienza e soprattutto dare una mossa ad un veneto in cui c’è ancora tanta ambiguità, in cui si lascia la libertà di scelta perché non ci si assume alcuna responsabilità”
E ancora la Sbrollini lancia la sua battaglia per la riapertura in sicurezza delle scuole e per il ritorno del certificato medico dopo 5 giorni di assenza da scuola, soprattutto in questo momento storico.
“Oggi più che mai – ha concluso la Sbrollini prima di dare la parola ai tanti candidati provinciali e amici presenti alla manifestazione online – è importante ascoltare i medici ,, compresi quelli di base e i pediatri. Ci vuole prudenza, è necessario un comportamento serio e responsabile di ognuno di noi , anche in questa campagna elettorale che abbiamo visto ha fatto danni nei confronti di alcuni candidati”
Toccante la testimonianza del coordinatore provinciale di Italia Viva di Padova Ettore Tamà che ha raccontato come a suo tempo non ha potuto per una febbre improvvisa fare la vaccinazione anti morbillo ...e il morbillo gli ha provocato percussioni gravi alla vista e due operazioni all’occhio di cui paga le conseguenze ancora oggi.
“La mia testimonianza personale ribadisce che non possiamo accettare che qualcuno voglia togliere l’obbligo vaccinale. Non è solo un dovere morale portare avanti questa battaglia di civiltà ma è soprattutto cura di sé e rispetto degli altri , delle persone che ci stanno vicino.”
Altra testimonianza importante quella di della professoressa Roberta Lievore che ha raccontato di aver preso anni fa la famosa influenza suina da una studentessa che l’ha contagiata tornata all’estero. Influenza che le ha provocato danni permanenti che la costringono oggi a prendere delle pastiglie quotidiane per una malattia autoimmune che le ha provocato.
E ancora Maurizio Scalabrin ex sindaco e candidato per la provincia di Vicenza che ha ricordato come le vaccinazioni antinfluenzali lo hanno tutelato e garantito sia nell’attività da primo cittadino che da lobero professionista, senza perdere giornate di lavoro.
Ampio spazio alla parola responsabilità ed educazione su questi temi, sia come famiglie sia come scuola e mondo del lavoro sono emersi durante il dibattito.
Da chi ha ricordato da mamma che sta educando i propri figli alla prevenzione, a chi da insegnante ha ribadito il patto di corresponsabilità che deve essere sottoscritto da genitori e insegnanti


E ancora tasto dolente la libertà indiscriminate “ che non possiamo permetterci in comprovato tempo di pandemia” e ancora “sembra incredibile dover organizzare manifestazioni pro vaccini in questa situazione.
L’architetto Walter Ambrosi ha ricordato come il sito della regione Veneto sulle vaccinazioni sia mancante di informazioni, non aggiornato, non chiaro; altri hanno sottolineato come nel programma di Daniela Sbrollini si voglia realizzare una campagna regionale contro le fake news in ambito sanitario.
I no vax lo erano e lo sono ancora di più irresponsabili e irrazionali – queste le parole della veronese Orietta Salemi.
Ha tirato le fila della manifestazione online la candidata Daniela Sbrollini.
“ Dobbiamo riportare la verità in questa regione e in Italia. Noi siamo dalla parte dei medici e della ricerca e contro coloro che negano l’esistenza delle tragedie che stiamo vivendo e abbiamo vissuto in questo ultimo periodo. Ecco perché faccio appello a tutti i cittadini veneti e alle loro famiglie. Facciamo scudo e rispettiamoci, guardiamo alla verità e preveniamo se è possibile. Io sono dalla vostra parte.