Daniela Sbrollini

Piano dei Trasporti sì, ma senza entusiasmo

 

Daniela Sbrollini “Piano dei Trasporti esempio di come si sia in ritardo sui tempi”. L’approvazione del Piano dei Trasporti a fine legislatura è per la candidata presidente di Italia Viva, PSI e Civica per il Veneto “la dimostrazione dell’estrema necessità di rivedere il sistema regione di questi ultimi 25 anni”

Saluta con positività ma non con entusiasmo l’approvazione del Piano dei Trasporti regionale la candidata presidente Daniela Sbrollini. “Pur riconoscendo il buono che c’è in questo provvedimento”, dichiara Sbrollini, “questo atto è la prova evidente del ritardo inaccettabile con cui su molte partite decisive per lo sviluppo del Veneto, la guida politica regionale negli ultimi 25 anni abbia frenato scelte che avrebbero fatto correre di più il nostro territorio”. “In tutto questo tempo scelte conservatrici per il mantenimento dello status quo e senza coraggio, hanno sempre avuto la meglio sulle vere decisioni da prendere che erano e devono essere di rilancio, di riforma e di sblocco”. Per Daniela Sbrollini “quest’approvazione del Piano arriva elettoralmente ad hoc ma pur sempre troppo tardi. Fosse giunta quando sarebbe dovuta giungere, il Veneto avrebbe già da tempo più turismo, più sviluppo, più lavoro, più qualità della vita per le famiglie, più opportunità per i giovani e un ambiente migliore”. “Si può e si deve fare di più e meglio”, prosegue,” e noi siamo qui proprio per portare le nostre molte idee anche sul tema trasporti”. Per la candidata di Italia Viva, PSI e Civica per il Veneto questa è la prova che “noi siamo l'unica alternativa ai due blocchi di potere e di debolezza che hanno bloccato anziché aiutare il veneto e che non sono credibili per gestire la crisi attuale nell'economia e nella società. Non abbiamo più 25 anni di tempo per fare le cose decisive che servono per rilanciare il veneto dalla crisi, noi ci metteremo molto, molto meno di quello che ci hanno messo i due blocchi di potere immobili”.